Multilinguismo e competitività

Il 30 e 31 gennaio, a Bruxelles si è tenuta la tavola rotonda del Celan, un importante progetto incentrato sulla promozione del multilinguismo nelle imprese europee. Se tutti riconoscono che comprendere e utilizzare più lingue sia importante per migliorare la propria competitività,  pochi invece mettono in atto vere e proprie strategie a riguardo.

In relazione al ruolo determinante che le competenze linguistiche giocano nel successo o insuccesso di un’azienda, è stato realizzato nel 2010 uno studio dagli esiti sorprendenti.

I dati parlano chiaro

Le società impegnate a investire nel multilinguismo hanno aumentato il proprio fatturato dal 10 al 25%  e chi opera sul web può arrivare a perdere fino a due terzi delle potenziali vendite se sottovaluta o trascura la localizzazione in più lingue il proprio sito.

Inoltre cosa sta succedendo alla lingua inglese, da sempre ritenuta la lingua franca per gli affari? Soget ha analizzato statisticamente nell’arco di tutto il 2011 gli accessi al sito inglese e alle versioni localizzate e siamo giunti alla conclusione che l’inglese non basta più. Paesi emergenti e grandi potenze impongono di soddisfare le esigenze di un mercato eterogeneo e cosmopolita. Cina, Giappone, Russia e Brasile stanno acquisendo sempre maggiore importanza: concludere affari in Sudamerica senza conoscere spagnolo e portoghese è estremamente difficile, così come cercare di esportare prodotti in Russia affidandosi esclusivamente all’inglese, che molti ma non tutti conoscono.

(Approfondimento: Tutte le lingue tradotte )

Da dove iniziare?

Le strategie possibili sono molteplici e vanno adattate alle esigenze di business. Innanzitutto, è bene valutare la propria presenza sul web adattando il contenuto di eventuali siti internet e blog con un adeguato intervento di traduzione che preveda, per esempio, versioni in tutte le lingue dei mercati che l’azienda intende toccare. Al momento tedesco, spagnolo, cinese, e giapponese (oltre ovviamente all’inglese) sono in effetti le lingue che permettono di risultare maggiormente competitivi online. Ma è anche importante agire sul piano delle risorse tecnologiche ed umane, affidandosi a professionisti esperti e a una agenzia di traduzione professionale.  Investire in una pubblicità patinata può sembrare più proficuo nell’immediato, ma puntare sul multilinguismo oggi è la forma di investimento a medio termine più certa.

(Approfondimento: Infografica – Perchè Tradurre il web)

 

 

Share SHARE