Traduzione automatica: Microsoft Bing translator vs Google translate

A tutti è capitato almeno una volta di non conoscere il significato di un termine e di cercarne la traduzione online.

 Le opzioni tra cui scegliere sono numerose: la Rete è piena di traduttori automatici, dallo storico Babelfish, sviluppato da Yahoo alla fine degi anni Novanta, ai più recenti e amati Google Translate e Microsoft Bing. E anche in questo campo gli acerrimi nemici si sfidano all’ultimo colpo: il colosso di Mountain View non fa in tempo a perfezionare il traduttore per Google Plus, che a Redmond annunciano un accordo con Facebook per integrare Bing nel popolare social network fondato da Mark Zuckerberg.

Grafico confronto Google translate e Microsoft Bing

Grafico confronto Google translate e Microsoft Bing

Legenda:
8-10 – traduzione di livello umano professionale
<8 – traduzione di livello umano non professionale
<6 – traduzione di livello automatico con esito buono
<4 – traduzione di livello automatico con esito mediocre
<2 – traduzione di livello automatico con esito pessimo

Per scoprire pregi e difetti dei due servizi, in Soget abbiamo provato a testarli sottoponendo loro un breve testo scritto sia in inglese sia in francese: ecco i risultati della prima prova in inglese.

La prova effettuata ha voluto sintetizzare in pochi segmenti di testo elementi semantici significativi per l’analisi. Ovviamente tale prova non può e non vuole essere significativa per esprimere un giudizio complessivo sui due sistemi di traduzione.

TESTO SORGENTE
In Soget, siamo da sempre molto attenti alle evoluzioni del mercato.
Questo è un po’ il nostro fiore all’occhiello. Non potevamo quindi ignorare la tecnologia della traduzione automatica che sta facendo passi da gigante.
Molto incuriositi anche dagli strumenti aperti ai non addetti ai lavori, ci siamo divertiti a mettere a confronto due motori concorrenti: Google e Microsoft.
E che vinca il migliore! In Bocca al lupo!

Traduzione umana professionale
At Soget, we have always kept a keen eye on changing market conditions.
This is somewhat of a feather in our cap. As such, we simply couldn’t ignore the recent developments in the automatic translation field, which is making great strides forward.
Intrigued by the tools available to non-professionals, we have compared two competing engines: Google and Microsoft.
May the best engine win! Good luck!

GOOGLE
At Sogeti, we are always very attentive to changing market conditions. 
This is a bit ’our pride. We could thenignore the technology of machine translation that is making great strides. 
Very intrigued by the instruments alsoopen to non-experts, we had to compare two competing engines: Google and Microsoft.
And may the best win! Good luck!

BING
In Soget, we are always very attentive to market developments. 
This is a bit our flagship. Then we could not ignore the technology of automatic translation that is making great strides. 
Very intrigued by the Tools open to non-specialists, we had to compare two competing engines: Google and Microsoft.
And may the best man win! In Bocca al lupo!

Conclusioni:
Google Translate si dimostra meno performante per quanto riguarda costruzioni sintattiche e grammatica, ma supera nettamente Bing nella terminologia e nella traduzione delle espressioni idiomatiche. Tuttavia, anche quando entrambi utilizzano espressioni corrette, non significa che queste siano le migliori. Lo stile ricalca la lingua originale e le traduzioni tendono ad apparire letterali.
Insomma, sia per Google che per Microsoft, la strada è ancora lunga. La loro utilità e praticità per chi volesse trovare rapidamente il significato di una parola è indubbia, ma per i testi più complessi la traduzioni professionale resta insostituibile, tanto più se effettuata da traduttori in grado di considerare anche aspetti fondamentali come il registro linguistico e lo stile.

Copyright: Tutti i Nomi e i Marchi sono dei rispettivi proprietari.

Share SHARE