Forum SDL Trados

Soget, da anni Partner di SDL Trados, ha partecipato al Forum SDL Trados che si è tenuto il 4 ottobre a Milano.

Organizzato in una prestigiosa location nel cuore della città, l’evento aveva principalmente lo scopo di illustrare le ultime novità proposte da questa azienda leader nel settore dei CAT tool. L’attenzione del pubblico, accorso numeroso e composto sia da rappresentanti di aziende sia da traduttori, è stata catalizzata soprattutto dalla presentazione delle funzionalità di Trados 2011, rilasciato alla fine di settembre.

Le principali innovazioni riguardano soprattutto l’attività di revisione, ora ottimizzata grazie a svariate funzioni, quali i Track Changes per evidenziare le modifiche e tracciarne la storia, i commenti che permettono a traduttore e revisore di dialogare in un processo dinamico e interattivo, la possibilità di esportare i file xliff di Trados in file Word rendendoli accessibili anche a revisori non dotati di questo tool, siano essi esperti specialisti o i clienti stessi. Oltre a questo approccio innovativo a una fase del processo di traduzione finora non sempre adeguatamente rappresentata nei sistemi di traduzione assistita, gli esperti di SDL Trados hanno presentato una serie di migliorie veramente pregevole, che sarà sicuramente apprezzata da chi utilizza questo importante strumento quotidianamente. Dalla tecnologia Perfect Match, che consente di individuare e recuperare automaticamente intere porzioni di documenti precedentemente tradotti, con un elevato livello di affidabilità, alla Pseudotranslation, che simula l’esito della traduzione dal punto di vista del layout grafico, prevedendo eventuali problemi, fino alle funzionalità che rendono più veloce e precisa l’attività del traduttore, come l’Autosuggest che propone automaticamente anche piccole porzioni di frasi e il controllo ortografico migliorato, ora basato sullo spellcheck di MS Word.

Ma le novità non si fermano qui. Oltre a rendere più efficienti le attività di traduzione e revisione con le nuove funzionalità di Trados 2011, l’interesse di SDL Trados si è rivolto all’ottimizzazione dei flussi, soprattutto attraverso la condivisione dei dati e dei workflow. Ecco quindi la proposta del pacchetto costituito da TM server e Multiterm server, per la gestione condivisa di memorie di traduzione e glossari, che permette a più traduttori di lavorare contemporaneamente, on site e in remoto, su uno stesso progetto, con una memoria di traduzione e un glossario comuni che si aggiornano in tempo reale. A questi due moduli andrà ad aggiungersi, in novembre, il Project server, che agevolerà l’attività dei project manager eliminando dispendiose attività di movimentazione file e aggiornamenti di TM.

Per completare la panoramica, infine, è stato presentato il pacchetto per grandi aziende Worldserver, che offre varie funzioni per facilitare i quattro attori del workflow, ovvero Content owner, Project Manager, Traduttore e Revisore. Una supply chain perfetta in cui ogni elemento troverà funzionalità utili a velocizzare e rendere più efficiente la propria attività.

Oltre agli aspetti tecnici dei prodotti più innovativi, che sono stati ampiamente illustrati da trainer ed esperti di SDL Trados, l’evento ha previsto anche interessanti interventi sulla situazione del mercato delle traduzioni e sulle previsioni per il futuro. Case history, dati sull’evoluzione del mercato globale, nuove concezioni come la traduzione collaborativa e la condivisione dei dati saranno senz’altro un utile spunto di riflessione per tutti i partecipanti. Infine, al di là degli interventi ufficiali e dei dibattiti in sala, sono stati senz’altro interessanti i piccoli dibattiti sviluppatisi tra i partecipanti durante il pranzo o la pausa caffè: scambi di opinioni, contatti per nuove collaborazioni, punti di vista diversi a confronto.

Un’occasione davvero preziosa sia per le aziende sia per i freelance, per essere aggiornati e sentirsi parte di una comunità vivace e attiva.

Share SHARE